Comune di Massafra


Aree Tematiche Amministrazione Visitare Massafra Albo pretorio Servizi online Ti regalo il castello
HOME » Visitare Massafra » Comunicati stampa » Seduta Consiliare del 23 luglio 2020

23/07/2020

Seduta Consiliare del 23 luglio 2020

In apertura di seduta il presidente Maurizio Baccaro ha ricordato l’avv. Luigi Convertino, recentemente e prematuramente scomparso, già consigliere, assessore e dirigente del Comune di Massafra.

Il consigliere Cardillo ha presentato un ordine del giorno (respinto con 11 voti) con cui ha chiesto di stilare un “Bilancio di Solidarietà” inerente alla emergenza Covid-19, pubblicando bisettimanalmente entrate da donazioni e versamenti statali e regionali e l’utilizzo di tali fondi. Il sindaco Quarto ha replicato affermando che sono già state attivate una serie di iniziative finalizzate alla trasparenza in tal senso e altre forme di pubblicazione appesantirebbe il lavoro degli uffici.

Il consigliere Maggiore ha espresso solidarietà ai due agenti di Polizia Locale investiti da un motociclista nel corso di un posto di blocco. Inoltre Maggiore ha invitato a quantificare quanto prima, per non essere impreparati, i danni prodotti dalla eccezionale grandinata del 4 luglio scorso, considerato l’elevato numero di cittadini che vivono dal comparto agricolo. Il sindaco ha informato il Consiglio sulle condizioni degli agenti (sono in buone condizioni), ai quali ha rivolto un saluto ed un ringraziamento per l’operato, e sulla dinamica dell’accaduto. Per quanto riguarda la “grandinata” il sindaco ha comunicato che sono già state attivate procedure, anche con sopralluoghi sul posto.

Il sindaco ha relazionato sull’applicazione dell’avanzo di amministrazione (approvato dal Consiglio) che sarà investito su interventi come il cofinanziamento per la manutenzione straordinaria della “Scuola Pinocchio”, l’efficientamento scolastico, la manutenzione straordinaria delle scuole, l’incremento delle agevolazioni Tari, il contributo economico Tosap e procedure per norme espropriative.

L’assessore al Bilancio e Finanze Zanframundo ha illustrato il punto inerente alla modifica del Regolamento TARI, molto articolata, prevedendo per l’anno 2020 le riduzioni della quota variabile alle utenze non domestiche che hanno subito la sospensione oppure una forte limitazione all’ordinaria modalità di svolgimento della propria attività a causa dei provvedimenti restrittivi anticontagio. Previste anche riduzioni per l’evento calamitoso del 4 luglio 2020, ammontanti al 25% della parte variabile della tariffa per alcune utenze (diverse dalle abitazioni ed asservite all’attività agricole; detenute da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali; nonché esercenti attività agricola con iscrizione CCIAA). Il consigliere Cardillo è intervenuto sul punto esprimendo perplessità in merito alle esenzioni e sul margine di discrezionalità. Castiglia ha chiesto una esenzione totale per le zone duramente colpite dalla grandinata, sottolineando che le agevolazioni vanno spostate nell’arco dei 3 anni.

Il sindaco Quarto ha parlato anche del “lodo CISA”, non definitivamente chiuso (ancora non si conosce se ci sarà un ricorso in Cassazione o meno), evidenziando che le risorse che eventualmente dovessero sbloccarsi, andrebbero ad essere impegnate, per investimenti, non prima del rendiconto 2020.

Approvate per l’anno 2020 le stesse tariffe e agevolazioni (anche per disagio economico e sociale) della TARI relative alle utenze domestiche e non domestiche adottate lo scorso anno. Deliberata favorevolmente la nuova approvazione delle categorie aree Tosap e della classificazione speciale di strade e affissioni, rendendole più eque anche in riferimento alle riduzioni. Il consigliere Mastrangelo ha invitato a prevedere una agevolazione/riduzione Tosap per le imprese edili.

Le modifiche approvate al Regolamento di disciplina generale delle entrate hanno riguardato essenzialmente l’elevazione della soglia minima di accertamento (€. 25,00) e la rateizzazione sugli avvisi di accertamento.

Approvato all’unanimità il Regolamento della nuova IMU che, come ha sottolineato l’assessore Zanframundo, è adeguato alla nuova normativa con nessuna sostanziale modifica. Il consigliere Maggiore ha chiesto, al fine di far fronte alle esigenze delle famiglie, ove sempre più anziani necessitano di cure e bisogno di assistenza in apposite strutture di ricovero, la possibilità di esenzione per tali categorie di soggetti e per gli immobili. La proposta di Maggiore è stata considerata ammissibile, ma è stata rinviata per consentire l’acquisizione del regolare parere tecnico-contabile.

In conclusione di seduta il sindaco ha anticipato che è quasi concluso il procedimento per far sì che il PUG sia adottato e l’assessore all’Urbanistica Paolo Lepore ha sottolineato come il Piano Urbanistico Generale sia uno strumento cardine per lo sviluppo del territorio. Lepore ha tracciato anche un cronoprogramma evidenziando che, durante la fase di “partecipazione” successiva all’adozione, potranno essere proposti contributi che abbiano valenza sotto il profilo della pubblica utilità o interesse, contributi che dovranno essere motivati senza determinare ulteriori e non giustificati carichi urbanistici che diversamente provocherebbero un consequenziale allungamento dei tempi con esiti finali incerti.

 

Massafra 23 luglio 2020