Comune di Massafra


Aree Tematiche Amministrazione Visitare Massafra Albo pretorio Servizi online
HOME » Visitare Massafra » Comunicati stampa » Serata Conclusiva della 66^ Edizione del Carnevale di Massafra

16/03/2019

Serata Conclusiva della 66^ Edizione del Carnevale di Massafra

E’ finita in modo scoppiettante, così come era iniziata e come si è svolta, la 66^ edizione del Carnevale di Massafra.

Ieri sera, presso il Teatro Comunale “Nicola Resta”, un Peppe Iodice in gran forma ha condotto la serata di premiazione, che ha fatto calare il sipario sulla manifestazione carnascialesca.

Ad ogni consegna di targa ricordo, il formidabile Iodice, che aveva al suo fianco come copresentatore Antonello Giasi, non ha mancato di colorire tutto con la sua vulcanica e spumeggiante simpatia.

Il sindaco Fabrizio Quarto, aprendo la serata, oltre a ringraziare i cartapestai e tutti coloro che si sono “spesi” a vario titolo per la buona riuscita della 66^ edizione, ha ricordato l’ottimo risultato per la manifestazione che ha visto, nelle tre giornate principali del 2, 3 e 5 marzo scorsi, una importante presenza con più di 60.000 ospiti e decine di migliaia di contatti sia televisivi, sia sui canali di comunicazione.

Oltre alla ormai nota vittoria del carro allegorico “Il silenzio degli innocenti” dell’Associazione Magic Club – Team Lapenna e del gruppo mascherato “I sette peccati capitali” della ProLoco di Crispiano, hanno ricevuto un riconoscimento per la partecipazione ai corsi mascherati anche il primo e secondo Istituto Comprensivo e i ragazzi del I.I.S.S. “D. De Ruggieri”. Per la sezione “Carnevale al Balcone” sono state premiate Antonia Martucci e Cecilia Ciaurro, mentre per il “Carnevale in Vetrina”, primo posto ex aequo si sono classificate la boutique Tentazioni e l’ottica Carlo. Premio anche per Rosa Armienti classificatasi terza.

Per quanto riguarda le “maschere e costumi originali” si sono classificati al primo posto ex aequo “Marylin Monroe” di Fernando Galatone e “Attenti a quei due” di Raffaele Zanframundo e Antonio Montemurro.

Consegnate anche targhe speciali: premio simpatia a “La clinica qui si sana” e “Sconcerto Bandistico”; premio “no polemica” a Luigi Zaccaria Ass.ne culturale L.A.S.; premio satira a “Attenti a quei due”.

Alcuni dei partecipanti hanno dichiarato di voler devolvere il loro premio ad associazioni di volontariato e di sostegno sociale.

Cala il sipario, ma non l’entusiasmo e già si inizia a pensare al prossimo anno.

La strada è quella giusta. 

 

Massafra, 16 marzo 2019

Condividi su