Comune di Massafra


Aree Tematiche Amministrazione Visitare Massafra Albo pretorio Servizi online Modulistica
HOME » Aree Tematiche » Notizie » Nuovo Ecocalendario per la Raccolta Differenziata "porta a porta"
Ambiente, ecologia e rifiuti

04/06/2015

Nuovo Ecocalendario per la Raccolta Differenziata "porta a porta"

“Modifichiamo per migliorare”. Così l’esordio del sindaco Martino Tamburrano, questa mattina in conferenza stampa, sulla rimodulazione del servizio di raccolta differenziata porta a porta, con il nuovo eco calendario che prenderà il via lunedì 8 giugno p.v.

Sul tema della raccolta differenziata, ha affermato il sindaco, abbiamo registrato forte scontro e poca proposta. Il nostro impegno è quello di un cambio di comportamento culturale – ha continuato Tamburrano – fatto con responsabilità. Il primo cittadino si è soffermato sull’avvenuta sottoscrizione del contratto per la realizzazione delle isole ecologiche, sugli interventi mirati nei quartieri, sulla collaborazione dei cittadini, sull’abbattimento della TARI del 10% per le abitazioni e del 20% per le attività produttive e di come sia stato rimodulato un appalto per migliorare i servizi senza gravare sulle tasche dei cittadini e sulla percentuale di raccolta rifiuti che raggiunge sempre la percentuale del 60%. Io guardo con attenzione – ha concluso il sindaco – chi si impegna per la raccolta differenziata, non chi la ignora.

L’assessore al Servizio Raccolta RSU, Raffaele Gentile, ha illustrato il nuovo ecocalendario, differente per utenze domestiche e non, che riuscirà a rispondere meglio alle esigenze della Città, dopo la fase di avvio, meglio conosciuta come effetto cantiere. L’assessore ha parlato subito delle importanti innovazioni, oltre al calendario: la realizzazione presso l’ecocentro di una piattaforma con “premialità” (chi più conferisce frazioni di recupero riceverà più punti spendibili nella grande distribuzione) e il potenziamento dei mezzi per la raccolta (grazie a finanziamenti ATO/1 del passato); la realizzazione di 6 isole ecologiche interrate; un sistema di monitoraggio e controllo per debellare l’abbandono incontrollato di rifiuti (già 50 i soggetti identificati grazie a microtelecamere); ecobox per interni; regolamento per il compostaggio domestico; cestini per deiezioni canine. Gentile ha chiuso auspicando il raggiungimento della “tariffazione puntuale” entro il 2016 (chi più produce rifiuti più paga) e affermando che Massafra è una Città civile e la percentuale di raccolta differenziata lo dimostra.

All’incontro con la stampa è intervenuto anche il comandante la Polizia Locale, Ten. Col. Egidio Zingarelli, il quale si è soffermato sui sistemi di videosorveglianza nascosti messi in atto sul territorio e di come siano stati individuati i trasgressori “dell’abbandono dei rifiuti”. L’intento, ha detto Zingarelli, non è quello di colpire il cittadino, ma creare un sistema di deterrenze. Il comandante ha commentato anche l’ordinanza sindacale, inviata a tutti i cittadini, che regola l’intera materia dei “rifiuti differenziati”.

La città, per utenze domestiche e non, è stata suddivisa in tre aree con diverso calendario per tipologia di raccolta. Agli utenti è in distribuzione, a domicilio, il materiale informativo.

Massafra, 4 giugno 2015 

Condividi su