Comune di Massafra


Aree Tematiche Amministrazione Visitare Massafra Albo pretorio Servizi online Ti regalo il castello
HOME » Aree Tematiche » Notizie » PROGETTO BIODIVERSITA’
Ambiente, ecologia e rifiuti

14/09/2017

PROGETTO BIODIVERSITA’

Ottenuto un finanziamento di 700 mila euro per un progetto inerente alla tutela di flora e fauna nell'area delle Gravine dell'Arco Ionico.

Questo l’ottimo risultato del raggruppamento che vede Massafra, Comune capofila con Crispiano e Statte, dopo aver partecipato ad inizio 2017 all’avviso pubblico rientrante nell’Asse VI – Azione 6.5.1 del POR Puglia 2014-2020, denominato “Interventi per la tutela e valorizzazione della biodiversità terrestre e marina”, con un progetto che si è classificato tredicesimo su 21 ammessi a finanziamento (76 quelli totali presentati in Puglia).

Il soddisfatto sindaco Fabrizio Quarto sottolinea come gli interventi di tutela della biodiversità saranno realizzati nelle aree dei tre comuni, compresa l'Oasi WWF Monte Sant'Elia. Inoltre – continua Quarto - essendo quello di “Massafra–Crispiano-Statte” l’unico progetto finanziato tra i vari presentati dai Comuni del “Parco Naturale Regionale Terra delle Gravine”, è stata considerata la possibilità di chiedere alla Regione, nella fase negoziale che seguirà, di estendere alcune delle azioni previste, anche ad altri comuni del Parco.

Il progetto – evidenzia il sindaco -  concretamente importante per la tutela della biodiversità del nostro territorio, prevede 9 azioni tra le quali gli interventi per l’eradicazione dell’ailanto, pianta molto invasiva che mette a rischio quelle autoctone e gli ambienti naturali delle gravine e la realizzazione di nuovi “muretti a secco”, anche per favorire rettili di interesse comunitario.

Il sindaco di Crispiano, Egidio Ippolito, che ha dato un importante impulso all’iniziativa, ha sottolineato come il progetto, oltre ad essere importante per la tutela di flora e fauna nell'area delle Gravine dell'Arco Ionico, sia molto incisivo dal punto di vista scientifico.

Con la realizzazione del progetto – ha concluso il sindaco Quarto – avremo la possibilità di coinvolgere, con una attiva partecipazione, le scuole, le associazioni, gli allevatori e le altre categorie interessate dalle azioni che andremo a realizzare. La mia speranza è che il tutto possa avviarsi nei primi mesi del 2018”.

Condividi su