Home Care Premium

Si informa che è stata riaperta la possibilità di aderire al programma dell'Inps “Home Care premium” che consente di beneficiare di 1000 euro al mese per l’assistenza dei familiari disabili, nonché di ottenere numerosi servizi e aiuti integrativi.

La misura  è rivolta esclusivamente ai dipendenti ed ai pensionati pubblici, i quali  potranno accedere alla agevolazione inviando domanda all’Inps, entro il 30 marzo 2017.

Chi può richiedere il contributo

I beneficiari dei contributi Inps sono gli iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali - dipendenti pubblici - nonché i pensionati della gestione dipendenti pubblici.

In particolare, possono richiedere il contributo:

- il titolare della posizione assicurativa, per sé, per il coniuge convivente o per un familiare di 1° grado, genitore o figlio -  il familiare di 1° grado del titolare,  per sé, per il titolare, per un familiare di 1° grado del titolare, per il coniuge convivente del titolare - - il genitore richiedente superstite, per il figlio minore orfano del titolare - il tutore, per il figlio minore del titolare - l’amministratore di sostegno del soggetto beneficiario, per il beneficiario -  il suocero, la suocera; i fratelli e le sorelle germani unilaterali, con precedenza dei germani sugli unilaterali, del beneficiario.

Quali prestazioni si possono ottenere

Le prestazioni offerte dall’Inps sono degli interventi assistenziali a favore delle persone disabili (in possesso di disabilità media, grave o gravissima), che possono arrivare al valore massimo mensile di 1.050 euro, per chi è in possesso di disabilità gravissima (secondo le tabelle pubblicate nel bando Inps), se l’Isee socio sanitario della famiglia non supera 8000 euro.

Possono essere erogati, inoltre, dei servizi integrativi a favore del disabile.

Quanto dura la prestazione

Il Progetto Home Care Premium, per i nuovi beneficiari, che saranno 30.000, durerà 18 mesi a partire dal 1° luglio 2017 e sino al 31 dicembre 2018.

Come si può accedere al progetto

Per beneficiare delle prestazioni, occorre in primo luogo essere iscritti nella banca dati dell’Inps, cioè essere riconosciuti dall’Istituto come richiedenti della prestazione.

Prima dell’invio della domanda, è inoltre necessario che l’interessato richieda il codice Pin dispositivo, necessario per l’accesso ai servizi online dell’Inps.

È inoltre indispensabile, prima della presentazione della domanda, essere in possesso della Dsu (dichiarazione sostitutiva unica: si tratta della dichiarazione dalla quale emerge l’Isee, l’indicatore della situazione economica del nucleo familiare) in corso di validità.

Per beneficiare invece del contributo economico, l’assistente familiaredovrà essere assunto in qualità di badante esclusivamente con un contratto di lavoro domestico di durata almeno pari a quella del progetto, infatti l’erogazione del contributo mensile in favore del beneficiario è subordinata alla regolare assunzione del/della badante e all’acquisizione nello spazio dedicato della procedura Home Care Premium di tutti i dati relativi al rapporto di lavoro.

Il/la badante non può essere:

- il familiare tenuto agli alimenti in base alle disposizioni del codice civile; il fruitore di permessi Legge 104 o di congedo parentale straordinario retribuito finalizzato all’assistenza del beneficiario.

 Presentazione delle domande

L’Inps, con il nuovo bando, ha comunicato che le domande possono essere presentate fino al 30 marzo.

La graduatoria verrà pubblicata il 20 aprile 2017.

Procedura operativa

La procedura può essere attivata direttamente dagli utenti online, tuttavia le norme di riferimento sono molteplici e potrebbe essere necessario od utile ricorrere ad un esperto per superare i passaggi burocratici più complessi.

Il Dirigente
Avv. Maria Rosaria Latagliata          
L'Assessore alle Politiche Sociali
Avv. Maria Rosaria Guglielmi

Modulistica

Vai all'inizio della pagina Menu