A Lama e San Vito, arriva la differenziata PORTA A PORTA

Leggi tutto...

Parte la raccolta differenziata domiciliare evoluta

Il tema della raccolta differenziata impegna ormai da molti mesi le amministrazioni comunali che all’interno dell’ATO TA1 provano a programmare il cambiamento in tema di raccolta e gestione dei rifiuti solidi urbani.

E’ già partito in tal senso un progetto sperimentale che per i Comuni di Crispiano, Massafra, Montemesola e Statte avrà il compito di segnare nuove linee d’azione e di intervento al fine di giungere ad una svolta non solo di eco-sostenibilità ma anche di risparmio economico ed energetico. 

Si stima infatti che ogni persona produca mediamente, ad esempio, 30 chilogrammi di plastica in un anno. Se questa plastica fosse completamente riciclata in un piccolo comune al di sotto di 100mila abitanti si risparmierebbero circa 10.000 tonnellate di petrolio e carbone e i costi del conferimento in discarica che ogni contribuente vede tradotti nella tassa per lo smaltimento (la c.d. TARSU).

Leggi tutto...

Il risparmio nel differenziare

1.     DIFFERENZIA LA PLASTICA
Con il recupero di 1.000 tonnellate di plastica (ossia la quantità di plastica prodotta da una piccola città) si ottiene il risparmio di circa 3.500 tonnellate di petrolio, cioè l'equivalente dell'energia usata da 20.000 frigoriferi in un anno.

2.     DIFFERENZIA LA CARTA
Per produrre una tonnellata di carta vergine occorrono 15 alberi, 440.000 litri d'acqua e 7.600 kwh di energia elettrica. Per produrre invece una tonnellata di carta riciclata bastano 1.800 litri d'acqua e 2.700 kwh di energia elettrica

Leggi tutto...

Le tipologie di rifiuto che si possono differenziare

Cos’è il rifiuto Organico

Questa tipologia di rifiuto riguarda gli scarti da cucina, alimentari, verdura e frutta, i fondi di caffè i filtri del the, gli escrementi di animali domestici, i fiori recisi e le piante domestiche, ceneri spente di caminetti (in piccole quantità), carta assorgente e tovaglioli.
Questa tipologia di rifiuto può essere raccolta anche grazie all’ausilio di sacchi biodegradabili.
Cosa non va nel rifiuto organico: Pannolini e assorbenti, lettiere per animali (da conferire nel rifiuto indifferenziato), oli grassi (da conferire in Stazione Ecologica Attrezzata - SEA).

Leggi tutto...

Modulistica

Vai all'inizio della pagina Menu